Vai al contenuto

ETNOGRAFICO DI STORIA
Il presente saggio fa un viaggio riflettente etnografico storia prendendo in considerazione gli autori che hanno lavorato in questa prospettiva che offre un campo di relazione tra il macroprocesos globale e microprácticas evidente in ogni autore e il loro lavoro, un posizionamento che, in generale, finisce per fare una pausa con la stessa antropologia, etnografia, storia, ed etnia.

Ricercatore indipendente

Ricercatore

Il presente saggio fa un viaggio riflettente etnografico storia prendendo in considerazione gli autori che hanno lavorato in questa prospettiva che offre un campo di relazione tra il macroprocesos globale e microprácticas evidente in ogni autore e il loro lavoro, un posizionamento che, in generale, finisce per fare una pausa con la stessa antropologia, etnografia, storia, ed etnia.

In primo luogo è necessario capire che Cosa è la etnografico storia secondo Trouillot per capire la tua “deriva” al di fuori della storia da un etnografico di storia. Il che implica una critica della conoscenza storica, sia per l'assoluta comprensione e pietrificata della storia, sia nella sua concettualizzazione come scienza fino al XIX secolo, come anche nella concezione della storia che privilegi il discorso storico-all'interno di una narrazione storicista.

Museo etnografico

museo etnografico

In un certo senso credo che il etnografico di storia in Trouillot è costruito per la comprensione della storicità dove la storia del mondo come è generalmente incluso nel historicidades. Ora, etnografico storia appare come un processo di ricostruzione di racconti, scritture, di vivere e di lavorare con cura nel file che sono i siti di enunciazione, ma anche luoghi di incontro con il passato.

Lo storico etnografico ricostruisce dal loro passato, nei suoi dettagli, gli ordini di significato che sono stati nascosti e di tacere in discorso, sia il potere di specialisti come la storiografia tradizionale, in tutto il mondo, locali e di altri attori locali come Joanne Rappaport, in caso di furto dei file del capitolo su “La Cumbales”.

 

Trouillot rende chiaro che la narrazione storica si verifica non solo dagli storici professionisti (Trouillot, 1995, 161), ma come ci conto, Orlando Fals Borda, in caso di Mompox, e il lupo, i capi, i contadini, gli altri attori locali. Come è questo processo di includere gli agenti e gli attori nella costruzione di historicidades? È il caso di Trouillot, opposte e scoprire il borramientos, i silenzi e le ambiguità del discorso stesso, nella giustapposizione delle scritture delle diverse voci nel file di documenti e di scoperta dei significati, che costituiscono il lavoro archeologico di descrizione, analisi e interpretazione dei segni di una scrittura storica in tutte le sue possibili versioni e anche la cultura materiale, secondo Joanne Rappaport. Di cui sopra comporta qualcosa che provvisoriamente si può mettere sullo stesso piano con un processo semiotico, che implica scoprire come produrre i segni della storicità sulla base di tagli al tour storico, come Trouillot con la battaglia di Alamo, e più in particolare con la rivoluzione haitiana.

 

Inoltre, cercare di raccogliere le diverse historicidades attraverso prove in questi racconti, che hanno dimenticato e non pensare a fatti come chiave come l'empowerment di haiti, dove gli schiavi, la sua idea, e la sua prassi di libertà. Una rivoluzione haitiana, era impensabile per il pubblico, i politici e gli storici europei: avevano un'incapacità di capire a modo suo, la rivoluzione in corso". In Hegel e Haiti Susan Buck-Morss sostiene: “Il fatto che questo spirito possa essere contagiosa, attraversando la linea, non solo tra le razze, ma tra schiavi e liberi, era proprio quello che gli dava la possibilità di difendere, senza ripristinare un'ontologia di abstract "natura", che il desiderio di libertà è una verità universale, di un fatto la storia del mondo e, certamente, l'esempio per la rottura dei paradigmi”.

julio bajor
L'ultimo numero pubblicato di recente dalla Direzione Generale della Cultura del Governo autonomo regionale dei Quaderni di Etnologia ed Etnografia di Navarra celebra il centenario della nascita di Julio Caro Baroja, e il 125 ° anniversario di José Miguel de Barandiaran.

L'ultimo numero pubblicato di recente dalla Direzione Generale della Cultura del Governo autonomo regionale dei Quaderni di Etnologia ed Etnografia di Navarra celebra il centenario della nascita di Julio Caro Baroja, e il 125 ° anniversario di José Miguel de Barandiaran. Comprende anche articoli su vari argomenti come l'ultimo processi per stregoneria in Navarra, nel gioco del biliardo, in Viana, di cui ci sono prove del XVII secolo, un ciclo di revisione annuale festa nella valle di Roncal e una serie di quattro articoli dedicati alle 'pietre norme" degli Archi (tre pietre enormi che misura più di due metri, che si è rivelato essere monumentale lapidi romane, e che nel 1944 e il 1947 sono stati convertiti in lastre dal proprietario del vigneto, dove sono stati). Ricardo Gurbindo Gil è l'autore dell'articolo 'Ultimo processi per stregoneria in Navarra (Burlada 1672)', un lavoro che si propone di analizzare il processo giudiziario per accuse di stregoneria, a cui sono stati sottoposti due vicini di casa di Burlada, Maria Ardanaz e Pietro di Badostáin, nel 1672, ha informato il Governo della navarra, in una nota.

Libri sull'etnologia

libri

Un altro articolo è intitolato 'A Viana potranno giocare a biliardo nel XVII secolo', e appartiene a Juan Cruz Labeaga, l'autore che ha documentato questa affermazione con una serie di fatti come l'ordine effettuato nel 1629 da Francisco Irañieta di scultore locale, Andres Larrea, una tabella di trucchi uguali ad altri già esistenti in Logroño. Il terzo articolo è 'etnografico il ciclo annuale festa in valle pirenaica di Roncal', un'analisi che Pablo M. Orduna fatto da una prospettiva etnografica attraverso un campo di lavoro dedicato per recuperare le informazioni. Viene dopo la serie di articoli dedicati alle pietre, le norme del deserto di Yániz Archi. Nel 2014, l'aspetto di un documento unico nel Regio Archivio Generale di Navarra ci ha permesso, con precisione, le caratteristiche formali di questi monumenti distrutti nella metà del XX secolo. Quattro specialisti discusso nella rivista di questo bene culturale, le diverse specialità: Javier Armendáriz, dall'archeologia; Felix Segura, dagli archivi; Angelo Gari, dal patrimonio culturale immateriale, e più precisamente dalle leggende della zona, e Javier Velaza, dall'epigrafia. Commemorazione del centenerazo della nascita di julio caro baroja, in occasione del centenario della nascita di Julio Caro Baroja (Madrid, 13 novembre 1914 - 15 marzo 2015), è stato presentato presso il Museo della Navarra, una mostra e ha organizzato due cicli di conferenze che mira a fornire un punto di vista dell'autore da soggetti diversi concentrato il loro lavoro nel campo dell'antropologia culturale e di etnostoria. Il risultato di queste conferenze, derivano gli articoli dal titolo: 'Jose Miguel Barandiaran e Julio Caro Baroja, due nomi per lo studio della cultura basca', scritto da Asier Barandiaran, dove viene spiegato che uniti e che ciò che distingue le due figure nella loro produzione scientifica.

Un altro titolo è 'Julio Caro Baroja, e la storia della Navarra, Alfredo Floristan, in cui descrive la particolare modalità di Caro Baroja di accostarsi alla storia da una formazione e con una prospettiva di un etnologo e antropologo. Il terzo articolo, dal titolo "Il rito della vacanza in Navarra analizzati da don Julio Caro Baroja: analogie e differenze con altri rituali in diversi luoghi della geografia spagnola', di Consolazione González, guarda alcuni dei rituali legati al periodo di carnevale e interagire con gli altri che si svolgono in altre parti della penisola, per vedere le loro somiglianze e divergenze. Infine, include il lavoro "i contributi di Julio Caro Baroja, in tempi di un'antropologia non istituzionalizzata in Spagna", Honorio M. Velasco, che espone la sua influenza decisiva sul futuro dell'antropologia in Spagna. Nascita di josé miguel barandiaran, I Quaderni di Etnologia ed Etnografia di prendere anche questa commemorazione, con un articolo che non corrisponde con la conferenza tenuta dal professor Michel Duvert in Mudseé Basco et de l'histoire de Bayonne, intitolato " José Miguel de Barandiaran e la ricerca antropologica in paesi Baschi (1936 al 1953)', dedicato a spiegare il contributo di Bariandaran alla ricerca di cultura basca, in Iparralde, ha aggiunto il Dirigente.

etnologia
Etimologicamente, l'etnografia è “la scrittura di persone”, studiando in modo descrittivo le società umane. L'etnografia è il punto di partenza di altre discipline e tecniche di ricerca. Gli studi etnografici non entrare in confronti, né di teorie, ma sono collezioni di dati descrittivi dei villaggi.
La prima fase della ricerca consiste in: osservazione e descrizione; che è a dire, che lavora nel campo (campo di lavoro), facciamo una descrizione sistematica delle idee e dei comportamenti degli individui di una cultura che si ottiene dall'osservazione partecipante e le interviste durante il lavoro di campo.

La descrizione di etnografia è quello di presentare l'organizzazione della società, dalla prospettiva di indigeni; l'etnografia è come un libro di grammatica: dovrebbe consentire per capire come funziona una cultura.Monografia etnografica: è Necessario includere una sezione introduttiva in ambito ecologico, storico, economico, sociale, organizzazione, organizzazione politica, giuridica e organizzazione ideologica.

Etnologia: Studio comparativo dei popoli. Pertanto utilizzato il metodo comparativo, cercando la regolarità di comportamento che vengono influenzati da ragioni ecologiche, storiche o per il proprio le dinamiche interne del gruppo. Si differenzia dall'etnografia, in quanto cerca di dare spiegazioni che vanno oltre la mera descrizione.

Etnologia è interessato alle idee e modelli di comportamento relative alle abitudini e stili di tecnologia (tecniche artigianali); economico (produzione, scambio, distribuzione, commercio); sociale (la parentela, la famiglia, il matrimonio); politica (il potere, l'autorità, la coercizione), legali (trattati, eredità); e ideologica (visione del mondo, la magia, la religione, l'arte e la musica).Lo scopo dello studio di etnologia è quello di interpretare le somiglianze e le differenze tra società e culture, e di stabilire le generalizzazioni sull'umanità.Ha accresciuto l'interesse per la collocazione storica delle culture, è per questo che alcune volte è stato chiamato per l'etnologia, la storia culturale.

Antropologia sociale:

Antropologia sociale:

possiamo dire che l'antropologia sociale è l'insieme delle discipline del etnografico ed etnologico. Pertanto, l'antropologia sociale studia le relazioni tra le persone e tra i gruppi, le istituzioni sociali come la famiglia, la parentela, i gruppi di età, l'organizzazione politica, la legge, le attività economiche.

Antropologia culturale:

Antropologia culturale

Comprende discipline come l'archeologia e la linguistica.

Antropologia archeologica:

Antropologia archeologica:

si Ricostruisce la culture e la loro evoluzione attraverso lo studio dei materiali. Il processo è quello di raccogliere dati archeologici e di loro, dopo il loro studio, abbiamo dedurre tecnologie, economia, organizzazione sociale, le convinzioni religiose, ecc

Linguistica, antropologia linguistica studio della lingua, le sue origini, il suo sviluppo e la sua struttura. L'antropologo linguista è interessata al ruolo di lingua nelle diverse culture. Questo studio permette una migliore comprensione dei popoli; in breve, l'antropologo, il linguaggio è interessato al modo in cui esse riguardano la lingua e la cultura.

Osservazione partecipante:

Ha per guadagnare la fiducia, mostrando simpatia per il modo di vita dei nativi.Dopo aver raggiunto l'empatia o l'identificazione con i nativi, l'antropologo può utilizzare i propri sensi e sentimenti, come gli strumenti che scegliere quale direzione prendere nelle interviste, osservazioni e ipotesi.La cura deve essere presa per non prendere le reazioni dell'antropologo, come prova di uno stato emotivo di alcune sue informatore: per questo motivo si deve registrare.Il campo di lavoro dovrebbe ricordare e analizzare, il generale e il particolare.La quantità di eventi che sono stati osservati, deve essere rimosso uniformità.

Il processo di osservazione partecipante:
Obiettivo è quello di produrre i dati per la ricerca.

È quello di osservare e partecipare:
Nota: per vedere come le cose accadono, ma sapendo che guardando mai ammonta a guardare.Osserviamo non solo con i sensi; inoltre si osserva con le nostre categorie: con le nostre idee e con le nostre ipotesi. Ciò di cui abbiamo davvero vedere è la distanza mentale dalla nostra osservazione per il fatto osservato.

Ci sono osservatori che andare a caccia; vogliamo vedere le armi con cui cacciano gli informatori, non siamo interessati a ciò che vanno a caccia, ci interessano le tue braccia, dobbiamo vedere queste armi in azione. I più diversi e lontani, è l'obiettivo, la più teso l'arco che le unità di osservazione. Siamo alla ricerca di una preda: i loro strumenti simbolico-interpretativo.A caccia di preda non è sufficiente a dare il massimo e a presentare. Abbiamo bisogno di imparare a usare i loro strumenti di caccia, che è il motivo per cui si partecipa, dunque impariamo i loro modi e mezzi, che il dialogo e la convivenza; abbiamo bisogno di imparare a utilizzare i loro strumenti, che danno un senso alla loro società.Non può essere visto senza un esame critico della teoria, ma un approccio di problemi dal punto di vista della disciplina antropologica. Non stiamo andando a
a trovare nulla se non sappiamo cosa stiamo cercando, ci dice che cosa dobbiamo cercare, è l'esplicita ipotesi di lavoro.